E’ stato inventato il casco per non perdere i capelli durante la chemio

817

E stato inventato il casco per non perdere i capelli durante la chemio

Finalmente una buona notizia per tutti coloro che sono costretti a subire le dolorose controindicazioni della chemioterapia, il suo nome è DigniCap ed è attualmente allo studio presso l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano. Si tratta di un caschetto in grado di limitare uno degli effetti collaterali più tristemente noti della chemioterapia, ossia l’indebolimento dei bulbi piliferi del cuoio capelluto e la conseguenza caduta dei capelli.

E stato inventato il casco per non perdere i capelli durante la chemio

Al momento il dispositivo è stato testato su trenta donne, in cura per il tumore al seno e sottoposte a trattamenti terapeutici che notoriamente causano la perdita dei capelli. L’85% del campione si è detto soddisfatto dei risultati ottenuti grazie al caschetto refrigerante, avendo assistito ad una perdita che non ha superato la metà della capigliatura.

E stato inventato il casco per non perdere i capelli durante la chemio

L’apparecchiatura consiste in un macchinario e due caschetti collegati che devono essere indossati prima, durante e dopo la chemioterapia: l’azione garantisce il raffreddamento del cuoio capelluto che, inducendo la restrizione dei casi, diminuisce la perfusione del sangue in quella zona precisa, attutendo così localmente l’effetto distruttivo sui capelli dei farmaci somministrati. Il cuoio capelluto si manterrà così ad una temperatura costante compresa tra i 3 e i 5 gradi, dopo un processo di raffreddamento che avviene in maniera graduale «per causare il minor disagio possibile alla paziente».

CONDIVIDI