Paul Walker, come hanno girato le sue scene rimaste incomplete in Fast and Furious 7?

3267

Paul-Walker-CGI-FF7-2

Come è noto, Paul Walker è morto il 30 novembre 2013 in un incidente stradale a Los Angeles. All’epoca della tragedia, le riprese del film erano cominciate da circa due mesi e l’improvvisa scomparsa di un membro fondamentale del cast ha obbligato la produzione di Fast and Furious 7 a rivedere completamente la sceneggiatura del film.

Paul-Walker-CGI-FF7-1

Paul-Walker-CGI-FF7-3

Advertisement

A dare una mano a Wan e al resto della troupe, poi, sono arrivati anche i due fratelli di Paul Walker, Caleb e Cody: i due sono i fratelli minori dell’attore, ma talmente somiglianti a lui – sopratutto Cody Walker – da poter essere impiegati come controfigura del fratello. Seguendo una tecnica cinematografica già utilizzata in diverse occasioni, che parte dalla mappatura completa del corpo dell’attore, Caleb e Cody hanno “prestato” il proprio corpo al fratello, mentre il volto è stato aggiunto modificando scene precedentemente girate e “appiccicandolo” digitalmente grazie alla computer graphic.

Paul-Walker-CGI-FF7-4-e1428816581941

Paul-Walker-CGI-FF7-5-e1428816529241

Walker non è il primo attore di ottenere temporaneamente rivivere attraverso gli effetti visivi. Oliver Reed è stato ricreato in digitale per le sue scene non finite in Gladiator quando morì durante la produzione e Nancy Marchand avuto una scena finale su I Soprano dopo la sua morte