Pensionato di Varese ospita in casa le canoiste della Nazionale ucraina

1641

La casa di Leonardo Binda a Besozzo, nel Varesotto, si è trasformata nel ritiro della Nazionale ucraina under 23 di canottaggio, impegnata nei Mondiali alla Schiranna a Varese. “Erano bloccati in patria per mancanza di fondi e hanno contattato l’allenatrice Olena Donets, una mia amica di vecchia data, per chiederle di aiutarli – spiega Binda, che gestisce un negozio di articoli sportivi con il figlio Joas – Non appena mi ha parlato del loro problema, mi sono attivato e insieme abbiamo trovato una soluzione: i maschi della squadra si sono sistemati all’istituto don Guanella a Barza e le 16 ragazze sono ospiti a casa mia”. L’accoglienza made in Italy, a cominciare dalla pastasciutta di benvenuto preparata dalla famiglia Binda, ha suscitato l’entusiasmo delle giovani canoiste, ma il padrone di casa ripete che “non si tratta di nulla di eccezionale. Ho fatto quello che mi è venuto spontaneo”

162323350-f72fda34-16eb-4b65-b663-a183068824ba

162323353-ec13f654-77ee-4d52-8531-fde801452583

162323370-70642176-9c39-476a-9bb0-8923274c7fa6

162323387-f8078bec-e128-4635-b13b-4741a6f7ea53

162323395-03bcc081-c2ee-4d5d-a6e7-193ebc3b18d1

162323479-93c171a4-5547-4448-8eca-7165aa32368c

162323885-692c948e-5528-4d3a-80ee-68e6926d88cb