Il NY Times spinge per legalizzazione marijuana: “Meno dannosa dell’alcol”

1430

Marijuana

Anche il New York Times a favore della marijuana libera. In un editoriale pubblicato domenica, il quotidiano ne paragona il divieto all’epoca buia del Proibizionismo. “Ci sono voluti 13 anni prima che gli Usa capissero gli errori e ponessero fine al proibizionismo, 13 anni in cui la gente ha continuato a bere, onesti cittadini sono diventati delinquenti e le organizzazioni criminali hanno prosperato” si legge nell’intervento. Che una sorta di liberalizzazione possa avere effetti benefici negli Usa lo hanno capito con il caso del Colorado.

“Sono passati 40 anni da quando il Congresso ha approvato il bando sulla marijuana, con gravi danni alla società, solo per proibire una sostanza che è meno dannosa dell’alcol. Il governo federale dovrebbe abrogare quel bando”. Precisando di essere arrivato all’editoriale dopo un lungo dibattito, ispirato da un movimento in rapida crescita tra gli stati per riformare leggi sulla marijuana, il quotidiano sostiene che i costi della cannabis per la società sono “immensi”. La penalizzazione, scrive, porta a un “risultato razzista colpendo in modo sproporzionato i giovani di colore, rovinando la loro vita e portando a una nuova generazione di criminali”.