Disoccupato e coi genitori malati di cancro: “Farò la cavia umana in Svizzera”

1053

120222073724-soldier-guinea-pig-edgewood-army

Quello di Andrea, 33enne di Lecce, è solo uno dei tanti casi disperati, generati dalla crisi economica, in Italia. Il ragazzo per far fronte alle spese mediche dei suoi genitori malati terminali di cancro, ha deciso di diventare una cavia umana per conto di un’azienda farmaceutica svizzera, nel Canton Ticino. La notizia è riportata dall’Ansa che ha intervistato il ragazzo. “E’ l’unico modo per aiutare i miei genitori a curarsi” – ha dichiarato Andrea – sono entrambi malati e la pensione di invalidità di neppure mille euro in due non basta a pagare i costi per le cure”.

Andrea ha tre fratelli, tutti disoccupati. Lui negli ultimi sei anni ha cercato un lavoro che gli consentisse di garantire per sé e per i suoi cari delle cure mediche ed una vita dignitosa.