Stasera ritorna Masterchef Italia: ecco tutte le novità della nuova stagione

1482

185716688-d961bf19-ef20-469f-b0bf-ee5ab6ada9cb

La terza stagione del talent al via in prima serata su Sky Uno HD. Tornano i giudici Cracco, Barbieri e Bastianich. E i concorrenti arrivano anche da Marocco, Senegal, Togo, Polonia, Corea. Fra le novità, le impostazioni della gara: “Premieremo chi saprà raccontare una storia con i piatti”

Davanti ai tre supergiudici si presentano questa volta venti concorrenti (mentre nelle edizioni pasate erano diciotto), usciti dalle feroci selezioni che hanno dovuto affrontare, dato che in partenza gli aspiranti erano quindicimila – il triplo rispetto alla prima edizione, ed è già un dato significativo. Proprio alle selezioni sono dedicate le quattro puntate in onda tra oggi e il 26 dicembre. Diverse le nazionalità di origine dei partecipanti, perché oltre agli italiani ci sono concorrenti che vengono dal Marocco, dal Senegal, dal Togo, dalla Polonia, dalla Corea. Squadra di composizione multietnica, quindi, che dovrà confrontarsi con il giudizio imparziale e necessariamente severo degli stessi tre giudici, ormai simbolo del programma: Carlo Cracco con il suo fascino tenebroso (come si sente ad essere paragonato a sex symbol come Clooney o Pitt? Risposta: “Spero di batterli”), Bruno Barbieri, rassicurante ma non privo di arguzia e carattere, e Joe Bastianich, sempre più a suo agio nel ruolo del “cattivo” che alterna strafalcioni autentici a voluti esotismi.

Le trasferte in luoghi esterni allo studio televisivo saranno diverse: tra le altre, a Marrakech, in Maremma e a Pollenzo (Cuneo), all’Università di Scienze Gastronomiche di Slow Food. Tra gli ospiti che visiteranno lo studio, invece, ci sono i nomi del campione assoluto della pasticceria italiana Iginio Massari e di tre grandi chef: Cristina Bowerman del Glass di Roma, Enrico Crippa del Piazza Duomo di Alba (Cuneo), Philippe Léveillé che si divide tra Concesio (Brescia) e Hong Kong.

E vediamo le novità. Una è l’impostazione della gara: i giudici premieranno “chi saprà raccontare una storia con i propri piatti”. L’altra, la prima trasferta all’estero (in Marocco) con l’approccio a sapori diversi da quelli italiani e la prova basata su ricette locali. Poi, la finale: il 6 marzo 2014 la proclamazione del vincitore avverrà per la prima volta in diretta.

VIDEO INTERESSANTI SU MASTERCHEF ITALIA: