Il tenore viene fischiato alla Scala, ecco cosa scrive su Facebook

1090

E’ a dir poco rimasto male il tenore Piotr Beczala, Alfredo ne la Traviata. I buuh ricevuti il 7 dicembre, giorno della prima alla Scala di Milano, non gli sono piaciuti per niente. E ha affidato il suo sfogo a Facebook. “La mia ultima produzione alla Scala… Credo che dovrebbero ingaggiare solo cantanti italiani”. In un post successivo di qualche ora ha poi rassicurato i fan: “Sono un cantante d’opera – ha scritto – ho un contratto con il teatro Scala e lo porterò a termine”. Non è mancata una nota polemica in un post anche sulla regia del russo Dmitri Tcherniakov (pure lui molto fischiato): “Ho dimostrato la mia professionalità anche ieri (domenica, ndr) in Traviata. Non ero in effetti d’accordo con la visione del mio personaggio del regista – ha scritto – ma l’ho fatta meglio che potevo… Il risultato del mio lavoro sono stati i miei primi ‘buu’, l’altro risultato adesso: vengo in Italia solo per le vacanze”

112910229-4881438a-c2fb-49c8-a0f6-939e7afd7455

112910297-47893a73-013f-48ea-90c3-e59661c5d958