“Cos’è questo golpe? Io so i nomi dei responsabili” – Pier Paolo Pasolini

1556

2013-11-02_1104

Il due Novembre del 1975 muore, brutalmente assassinato, Pier Paolo Pasolini, all’idroscalo di Ostia. L’evento, pur macabro, è una delle cose che più ne hanno impresso la figura nell’immaginario collettivo, assieme al peso della sua eredità intellettuale.

Tra i maggiori intellettuali italiani degli anni Settanta, il poeta è amato e odiato per la radicalità dei suoi giudizi, e per le sue aspre critiche alle abitudini borghesi, ma anche al movimento sessantottino.

Il 14 novembre 1974 pubblicò sul Corriere della Sera un articolo storico che rimase impresso nella memoria di tutti.