Muore a 98 anni vivendo in povertà ma lascia in eredità 188 milioni di dollari

6

20131129_58191_gma_fortune_131129_wg

Prendeva sempre l’autobus invece de taxi, vivendo in economia ogni aspetto della sua vita, tanto che ogni persona che lo conosceva pensava che fosse un povero anziano. In realtà Jack McDonald, avvocato di origine canadese morto a Seattle all’età di 98 anni, era un multimilionario che ha deciso di vivere in maniera spartana per donare tutti i suoi soldi ad associazioni benefiche della sua città. Solo pochi membri della famiglia sapevano che l’uomo non solo era ricchissimo, ma anche molto generoso.

McDonald, morto nel mese di settembre, ha infatti lasciato tutti i suoi averi, 188 milioni di dollari, a un ospedale per bambini, all’esercito della salvezza e alla facoltà di legge dell’università cittadina.