La donna che ha vissuto 2 anni su un albero per salvarlo

2550

julia_hill-1-640x432

Questa è la fantastica storia di Luna, una sequoia antica alta oltre 70 metri, che stava per essere tagliata dalla Pacific Lumber, una nota industria del legno, ma che è stata miracolosamente salvata da un’ambientalista statunitense di nome Julia Hill, chiamata anche “Butterfly”, proprio per la sua propensione a lottare per il bene della natura, di alberi, foreste e affini.

Julia ha passato ben 738 giorni della sua vita sopra quell’albero, per riuscire a salvarlo. E, alla fine, ci è riuscita! La donna è dovuta rimanere lì sopra per ben due anni, ma alla fine a qualcosa è servito. Grazie al suo intervento, la Maxxam Corporation è stata fermata: il loro progetto era quello di bruciare l’intera area, effettuando il “taglio a raso”, dunque il taglio di alberi di tutte le età e dimensioni.

Correva l’anno 1997: fino ad allora, il record di permanenza su un albero era di 42 giorni. E lei, dopo 100 giorni trascorsi sull’antica sequoia, apparse su tutti i giornali spiegando quanto fosse importante salvare questi alberi. Ovviamente, è stata un’esperienza davvero difficile: come potete immaginare, Julia ha dovuto resistere a privazioni, qualsiasi tipo di condizione climatica, vento, freddo e pioggia.

La donna parla dell’albero che è riuscita a salvare come del “miglior maestro e amico che abbia mai avuto”. Da quando vi salì, iniziò una vita che l’avrebbe completamente cambiata, trasformata in un’altra persona, e quando scese non era sicura di riuscire a tornare alla vita nel mondo. Come darle torto?