La Cina è il miglior paese dove trasferirsi per chi vuol cambiare vita

1098

china

La banca britannica HSBC ha stilato una classifica dei paesi migliori dove trasferirsi, qualora si decida di ricominciare una nuova vita altrove. A sorpresa, in testa al ranking c’è la Cina che, “malgrado abbia certamente lati negativi, ne possiede anche altri positivi schiaccianti. Innanzitutto il livello di crescita economica, senza trascurare la qualità della vita, la cultura e l’accoglienza”. Alle spalle del colosso asiatico c’è la Germania, paese che in effetti in Europa sembra essere l’unico ad aver risentito non troppo degli effetti della crisi economica.

Quindi sul terzo gradino del podio c’è Singapore, dove ad esempio la qualità dell’istruzione è elevatissima. Poi è la volta delle Isole Cayman, paradiso fiscale con un alto costo della vita, ma stipendi adeguati e lavoro disponibile per tutti. Al quinto posto in classifica l’Australia, Paese che offre moltissime possibilità, con un clima gradevole. Unico neo, la qualità dei trasporti pubblici, non sempre ottimale. Vengono poi Canada, Russia, Belgio, Emirati Arabi Uniti, Hong Kong, Turchia, Stati Uniti, Quatar, Nuova Zelanda e Sud Africa.

Queste le prime tre posizioni, mentre in fondo (la classifica è stata fatta valutando 34 stati) ci sono quasi tutte mete europee. L’Egitto, considerato a forte rischio di xenofobia dopo il golpe della scorsa estate, è il 34esimo in classifica, davanti al blocco del vecchio continente comprendente in ordine decrescente Francia, Spagna, Regno Unito, Italia e Irlanda. In Asia, secondo gli analisti che hanno effettuato lo studio, le aziende premiano gli stranieri offrendo stipendi più alti del 15 per cento.