Ai giapponesi non piace più il sesso, il 45% delle donne ed il 25% degli uomini lo disprezza apertamente

2152

giovani-giapponesi-sesso-640x479

Niente sesso, siamo inglesi? No, niente sesso, siamo nipponici. I giovani giapponesi hanno ormai rinunciato ad innamorarsi e sposarsi. Ma anche a fare sesso. Una studentessa su due è ancora vergine e ben il 60% dei ragazzi sfugge dalle relazioni intime. Troppo pericolose? O semplicemente un ostacolo alla carriera?

I ragazzi, secondo i demografi, soffrono della «sekkusu shinai shokogun», cioè la «sindrome del celibato». Nell’arco di mezzo secolo, se continuerà lo stesso trend, la popolazione nipponica diminuirà fortemente, fino ad arrivare ad un terzo. I nuovi nati del 2012 infatti sono poco più di un milione, record negativo assoluto degli ultimi 16 anni.

E, stando ai sondaggi, la situazione non è per niente rosea: il 35% dei ragazzi tra i 16 e i 19 anni non sono interessati al sesso o lo rifiutano espressamente. Rispetto ai sondaggi del 2008, tale cifra è raddoppiata: il contatto tra i sessi è ormai passato di moda. E, avanzando con l’età, il risultato non cambia: un terzo degli uomini giapponesi sotto i 30 anni non è mai uscito con una donna. Il 45% delle donne e il 25% degli uomini sotto i 24 anni non prova alcun interesse sessuale.

Advertisement

Ma quali sarebbero le reali motivazioni dietro questo rifiuto dell’altro sesso? I ragazzi, secondo The Guardian, preferiscono incontri virtuali o, al limite, rapporti a pagamento gestiti tramite siti internet, social networks e locali a luci rosse. E poi, i giovani giapponesi sono convinti che il sesso distrae dal lavoro e dalla possibilità di costruirsi una carriera remunerativa e concreta. E gli italiani cosa ne pensano?