Usa, detenute filmate e costrette a spogliarsi. Poliziotti incastrarti da questo video

4030

20131020_c2_video1 (1)

“Mi hanno trattato come un animale, come un pezzo di carne – ha dichiarato al canale tv King5 – una delle vittime – La cosa grave è che le persone colpevoli di questi abusi sono lì per far rispettare la legge”. L’avvocato di Seattle James Egan, ha dichiarato che il suo studio, incaricato di tutelare i diritti delle vittime, sta raccogliendo e facendo ordine su altre 25 segnalazioni di donne che lamentano violazioni simili.

Egan è riuscito a ottenere le immagini delle telecamere di sorveglianza dopo averne fatto richiesta in diverse occasioni. “Gli agenti intimavano alle donne di cambiarsi tutti i vestiti compreso l’intimo per indossare l’uniforme della prigione – ha spiegato il legale – Le stesse donne però non avevano idea che quei momenti erano ripresi e osservati da quattro agenti di custodia e da un uomo arrestato. “Io mi sono rifiutata di spogliarmi e per questo sono stata molestata e sbattuta in cella per altre 12 ore”, ha lamentato un’altra vittima”. In altre immagini una donna chiede agli agenti se è proprio necessario spogliarsi. “Ho pensato che forse avevano bisogno di vedermi nuda per vedere se nascondessi qualcosa. Ma in realtà non c’era nessun bisogno di quella messa in scena visto che avevano già fatto tutte le verifiche del caso. E poi che bisogno c’era di riprendere tutto?”