Una nuova legge tedesca vieta ad insegnanti e studenti di essere amici su Facebook

619

download

A docenti e studenti è proibito essere amici su Facebook. La Germania è il primo Paese in Europa e nel mondo a vietare contatti tra professori e alunni sui social network, ovvero al di fuori dell’ambiente scolastico. Quali le motivazioni della nuova legge?

Il Ministero della Pubblica Istruzione tedesco ritiene che sia indispensabile proibire la frequentazione sui social network di alunni e docenti, in quanto occorre separare la missione educativa della scuola dal modello di business di Facebook. «Anche perché la valutazione dei dati personali per scopi commerciali non è compatibile con la funzione scolastica. Per scambiare informazioni e dati ci sono alternative», così comunica il Ministro tedesco.

«Una decisione dura ma forse determinata dalla scarsa regolamentazione in materia, che ha portato ad un’anarchia nei rapporti docenti-studenti ed al rischio per quest’ultimi di perdere la cognizione del ruolo dei propri insegnanti», commenta Giovanni D’Agata, fondatore dello Sportello dei Diritti.
In effetti, Facebook viene spesso utilizzato in modo molto poco attento e piuttosto ingenuo: gli adolescenti, in particolar modo, tendono a pubblicare contenuti (foto e post) poco idonei all’ambiente pubblico di Facebook. Informazioni che, decisamente, nessuno studente vorrebbe condividere con il proprio professore, ma che, spesso, senza pensarci, finiscono on line con buona pace della privacy.