Papa Francesco “espropria” la villa al vescovo del Limburgo: diventerà mensa per i poveri

916

limburgo-300x225Ricordate la storia di Franz-Peter Tebartz-van Elst, vescovo del Limburgo – in Germania – che ha speso 31 milioni di euro per la ristrutturazione del vescovado, dei quali ben 350mila in armadi e 15mila per una vasca da bagno? Ebbene, secondo quanto scrive il quotidiano Spiegel la struttura potrebbe trasformarsi in un alloggio per i poveri. Il vescovo, dopo l’esplosione dello scandalo, è stato messo “a riposo” da Papa Francesco.

L’opera di ristrutturazione del vescovado avrebbe dovuto costare “solo” 6 milioni di euro, ma “miracolosamente” quella cifra era lievitata a 31 milioni, in spregio di una linea dettata da Papa Francesco che invece vuole rinnovare la Chiesa, rendendola più povera e servizievole nei confronti degli umili. Contro Franz-Peter Tebartz-van Elst le accuse sono tante e circostanziate, e ora se ne stanno occupando la procura locale e una commissione d’inchiesta nominata dall’arcivescovo Robert Zollitsch, presidente della conferenza episcopale tedesca. “La puzza di denaro se ne deve andare”, ha spiegato al settimanale un membro del capitolo del duomo. Il complesso, grandiosamente rimodernato per restare nella memoria, dovrà trovare una nuova dimensione.