Palestina, i lacrimogeni della guerra diventano fiori per la page

1014

Contenitori di gas lacrimogeno lanciati negli anni dalle forze di sicurezza israeliane sono stati riutilizzati dagli abitanti del villaggio di Bilin come vasi per fiori in occasione dell’ottava conferenza internazionale sulla resistenza popolare non violenta. Il villaggio, vicino Ramallah, è da anni al centro di manifestazioni contro la costruzione del muro di separazione che divide, senza rispettare la linea verde imposta dalle Nazioni Unite, Israele e Palestina. In questi anni i residenti del villaggio hanno raccolto migliaia di bombole e le hanno riutilizzate creativamente, trasformandole in oggetti di design “non violento”

193646029-16a36312-0faa-4667-8874-3e4ccf81f64f