“Lei ha l’accento napoletano”, scartata ad un colloquio in Svizzera

1108

mariacristina2--180x140“Signora, lei ha tutti i requisiti ma… non possiamo assumerla: ha l’accento meridionale” sono queste le parole che si è sentita rivolgere Mariacristina, una 40enne partenopea esperta in vendite, dopo un colloquio sostenuto a Lugano in Svizzera per un’azienda locale che cercava personale nell’area delle vendite.

A raccogliere la denuncia il quotidiano Il Corriere del Mezzogiorno al quale la donna ha raccontato la propria delusione. “Sono rimasta sbalordita” ha ricordato la 40enne che ha alle spalle un curriculum di tutto rispetto nel ramo vendite e marketing avendo lavorato in Italia nel settore per oltre quindici anni. “Ho sempre fatto il mio lavoro con gratificazione e ottimi risultati, ma qui sono stata giudicata a prescindere. Mi hanno fatta parlare 20 secondi, il tempo di ascoltare l’accento” ha spigato la donna , aggiungendo “Come se non mi avessero già sentita per telefono e non ci fosse scritto sul curriculum, che sono di Napoli. E poi nelle vendite quello che conta è la serietà, la dialettica… lo dico per esperienza»