I 6 effetti speciali più impressionanti creati dalla natura

3124

Questo nostro mondo è in grado di offrici visivi a dir poco stupendi, come arcobaleni e tramonti, creati dalla natura. Tuttavia, la stessa Madre Natura, al di là di questi fenomeni, splendidi, ma comuni, è in grado di colpire ancor più la nostra mente e la nostra vista. Basta “solo” trovarsi nel posto giusto al momento giusto..

 

1. Il parco nazionale di Yosemite ospita, ogni anno nel mese di febbraio, una cascata fiammeggiante

Firefall from Glacier Point at Yosemite

Ogni anno, nel mese di febbraio, il sole colpisce l’angolo giusto di questa cascata che si trova nel famoso parco californiano facendola sembrare una cascata di fuoco, anziché d’acqua. Tale fenomeno, chiamato Firefall, dura circa 10 minuti, al tramonto, nell’eventualità, però, che non ci siano nuvole.

Advertisement

 

2. Un’isola della Corea del Sud diviene biblica in primavera

People walk on a 2.8 kilometer long sand

L’isola di Jindo, in Sud Corea, ospita uno dei fenomeni naturali più strani sulla Terra. Parliamo di quello che viene chiamato “il Miracolo di Mosè”. Si verifica 4 volte all’anno dall’inizio di marzo alla metà di giugno, quando la bassa marea raggiunge il massimo picco.

La bassa marea crea una striscia di terra lunga circa 3 chilometri e larga 10-40 metri che unisce l’isola con quella di Modo per circa un’ora. Questa è la ragione per cui migliaia sono i turisti che si riuniscono dunque per poter attraversare il mare. Al fenomeno, al quale viene ogni anno dedicato anche un festival, è legata una leggenda secondo la quale il villaggio di Jindo, secoli fa, fu attaccato da alcune tigri, che costrinsero gli abitanti dell’isola a spostarsi sull’isola di Modo. Tutti gli abitanti del villaggio riuscirono a raggiungere Modo, tranne Pong, un’anziana signora che rimase indietro.
Pong pregò il Dio del Mare, che divise le acque aiutandola a salvarsi dalle tigri inferocite.

 

3. Caño Cristales, il “fiume dei 5 colori” in Colombia

3

Una meraviglia biologica unica, Caño Cristales è stato definito come “il fiume dei cinque colori“, “il fiume che correva lontano dal paradiso” e “il più bel fiume del mondo.”

Per la maggior parte dell’anno, Caño Cristales è indistinguibile da qualsiasi altro fiume: un letto di rocce coperte di muschi verdi opachi sono visibili sotto l’acqua che scorre. Tuttavia, per un breve periodo di tempo, ogni anno, il fiume vive una vivace esplosione di colori. Durante il breve periodo tra le stagioni umide e secche, quando il livello dell’acqua è assolutamente perfetto, una specie unica di pianta che riveste il pavimento del fiume, chiamata Macarenia Clavigera, lo colora di un rosso brillante. Il rosso è compensato da chiazze di sabbia gialla e verde, l’acqua blu e mille sfumature intermedie.
Questo accade solo per un breve periodo durante le mezze stagioni. Durante la stagione delle piogge in Colombia, l’acqua scorre troppo veloce e profonda, oscurando il fondo del fiume e negando alla Macarenia Clavigera il sole di cui ha bisogno per diventare rossa.Durante la stagione secca non c’è abbastanza acqua per sostenere l’emozionante caleidoscopio di vita nel fiume. Ma per un paio di settimane da settembre a novembre, il fiume si trasforma in un vero e proprio arcobaleno vivente.

 

4. Le Dolomiti che si tingono di rosa al tramonto

4

Parliamo dell’enrosadira, il fenomeno per cui alcune cime della catena montuosa delle Dolomiti assumono un colore rossastro, che passa gradatamente al viola, soprattutto all’alba e al tramonto. Esso è dovuto alla composizione delle pareti rocciose delle Dolomiti, che son formate dalla dolomia contenente dolomite, un composto di carbonato di calcio e magnesio. Ad esso si può assistere soprattutto nelle sere d’estate, quando l’aria è molto limpida e il sole tramonta.
Potendo manifestarsi in diversi periodi, e anche in una stessa giornata, è possibile assistere anche a delle variazioni di tinte e durata l’enrosadira, dovute alle diverse posizioni del sole durante l’anno e alle condizioni dell’atmosfera.

 

5. Il Lago Verde in Austria

5

Si tratta di uno dei fenomeni naturali più particolari ad essere mai stato documentato.

Parliamo del Grüner See (il Lago Verde) in Austria. Esso si forma ogni anno in seguito allo scioglimento dei ghiacciai. Le acque affluiscono in una conca, creando un vero e proprio parco sommerso che alimenta gli entusiasmi del popolo dei sub. In inverno, infatti, tale con conca è ricoperta di vegetazione. Quando in primavera i ghiacciai iniziano a sciogliersi, si forma un lago provvisorio, prende il suo nome dalla colorazione della vegetazione della conca. In estate, poi, il lago evapora per asciugarsi completamente in autunno.

 

6. Nubi rare che sovrastano una città australiana

6

Le Morning Glory sono un fenomeno atmosferico composto da nuvole chiamate proprio Morning Glory”, gloria del mattino, per il fatto che si sviluppano all’alba. Sono rulli di nuvole che si possono estendere per tutto l’orizzonte, dall’oceano verso la terra, presentando uno spessore che può arrivare anche a 2 chilometri di spessore e lunghezze fino a 1000 km.
Le Morning Glory si formano quando le onde d’aria che arrivano dall’oceano si scontrano con l’aria umida e calda che all’alba viene rilasciata dal terreno, e che risale in verticale.