Cina, inala monossido di carbonio e «cambia» lingua madre

966

imagesInala monossido di carbonio e riesce a parlare correntemente inglese. Il curioso episodio è accaduto, secondo quanto riferisce lo Shanghai Daily, ad una giovane donna di 28 anni, Chen Jia, della provincia dell’Hubei. Lo scorso anno Chen aveva inalato dei fumi di monossido di carbonio durante un barbecue a Wuhan. Le conseguenze erano state molto gravi. La donna a seguito dell’incidente non era più in grado di camminare e di parlare nella sua lingua madre, il cinese.

Dopo un periodo di intensa riabilitazione però Chen pian piano ha ripreso a camminare senza però recuperare la sua capacità di esprimersi in cinese. Sorprendentemente però la giovane donna ha cominciato ad esprimersi in inglese, lingua che prima dell’incidente conosceva anche se non era la sua prima lingua. «Non è così anomalo, spiega Deng Hongwei, uno dei medici che ha in cura la donna, quando pazienti che conoscono più di una lingua subiscono danni cerebrali può accadere che perdano la capacità di parlare una lingua ma non dimentichino l’altra». In un altro caso simile una donna di 38 anni in Inghilterra è ancora in cura dopo che tre anni fa, a seguito di una violenta emicrania iniziò a parlare con un strano accento cinese.