5 casi di animali che si sono suicidati

1586

Gli animali possono davvero suicidarsi? Mentre molti esperti rimangono scettici sul fatto che gli animali possano avere la capacità di compiere un atto simile al suicidio di un umano, coloro che hanno assistito personalmente ad un comportamento autodistruttivo da parte di un animale hanno un punto di vista diverso.
Analizziamo, dunque, quelli che sono alcuni dei casi più affascinanti.

 

1. Il delfino depresso che ha smesso di respirare

Sony Ericsson Open - Day 2

Oltre 40 anni fa, l’allenatore di delfini Richard O’Barry ha visto Kathy, un delfino dello show televisivo Flipper, uccidersi. O almeno così dice. “Era depressa. Bisogna capire che i respiri dei delfini e delle balene non sono involontari come i nostri. Ogni respiro che prendono è uno sforzo cosciente. Possono porre fine alla loro vita quando vogliono. Ha nuotato tra le mie braccia e mi ha guardato dritto negli occhi, ha preso un respiro e non ne ha preso poi un altro. L’ho lasciata andare e lei è affondata verso il basso, sul fondo “, ha detto O’Barry. L’esperienza lo ha trasformato in un attivista per i diritti alla vita degli animali per la vita e in una celebrità dopo il suo ruolo in “The Cove”, un documentario che ha vinto il premio Oscar.

Advertisement

 

2. Suicidio di massa: 450 pecore che si sono gettate da una scogliera

Sheep are displayed in the street of the

Nel 2005, è stato riferito che quasi 1.500 pecore hanno saltato verso la morte da una rupe in Turchia. I pastori turchi storditi, che avevano lasciato il gregge a pascolare mentre facevano colazione, hanno visto morire 450 animali, caduti l’uno sopra l’altro in un mucchio bianco fluttuante. Le pecore che si sono salvate sono quelle che hanno fatto il salto successivamente finendo per cadere sulle altre pecore già morte che ne hanno attutito il colpo.

 

3. L’orso morto di fame per sfuggire alla miseria della sua prigionia

Kodiak Bears Birthday Milestone

Nel 2012, un orso che aveva rifiutato cibo per dieci giorni, infine, si è lasciato morire di fame, secondo i rapporti. I sostenitori per i diritti degli animali affermano di aver assistito a molti altri orsi che hanno fatto la stessa cosa negli ultimi due anni in Cina. Alcuni orsi sono tenuti all’interno di piccole gabbie dai cinesi per raccoglierne la loro bile, un succo digestivo immagazzinato nella cistifellea e che è apprezzato nella medicina tradizionale cinese. Si stima che circa 12.000 orsi vengono tenuti in cattività in Cina e Vietnam. La bile viene rimossa dall’ orso con l’inserimento di un catetere attraverso un’incisione permanente nell’addome e nella cistifellea. Talvolta, è utilizzato un tubo di metallo impiantato in modo permanente. Il doloroso processo viene generalmente effettuato due volte al giorno.

 

4. Gli insetti che si sacrificano per salvare altri insetti

Un inspector sanitario sostiene una chin

Secondo un articolo apparso su Nature nel 1987, l’Acyrthosiphon Pisum, un insetto che succhia linfa, è noto per il fatto di far esplodere se stesso, al fine di proteggere i suoi parenti che sono circondati da predatori, come la coccinella, e sacrificando così la sua vita.

 

5. Le 61 balene che si sono spiaggiate in Nuova Zelanda

Mass Stranding of Pilot Whales - Anstruther

Nel novembre del 2011, un branco di 61 balene si sono spiaggiate a Farewell Spit in Nuova Zelanda. Non è chiaro perché le balene lo hanno fatto, ma una teoria sostiene che quando una singola balena si spinge a riva per morire, le altre la seguono. Solo 18 sono sopravvissute.