Troppo Candy Crush. E su Facebook l’algoritmo va in tilt – LEGGI

1085

115429064-29ed6361-b68e-42c6-9521-b1be9fc3ae97Candy Crush più forte perfino della potenza di calcolo di un algoritmo. Il popolarissimo gioco per smartphone, tablet e Facebook ha infatti messo in crisi gli analisti di AppData, una società d’indagini di mercato specializzata sui giochi e sulle app utilizzate tramite la piattaforma di Mark Zuckerberg. A quanto pare il boom della popolarissima saga dei dolcetti e delle caramelle ha viaggiato in questi mesi oltre ogni possibile immaginazione: da AppData hanno infatti annunciato che stanno rivedendo le proprie statistiche sull’uso del gioco a partire almeno dallo scorso marzo. La crescita è stata infatti così straripante rispetto a mobile e web game simili che l’algoritmo utilizzato in questi mesi per prevederne e stabilirne le dimensioni è da considerarsi del tutto inadeguato.

D’altronde, a dare un’idea del fenomeno – invasivo e intragenerazionale – è lo stesso Riccardo Zacconi, fondatore e Ceo della King.com che ha lanciato Candy Crush Saga lo scorso anno: “Per capire la popolarità del gioco bisognerebbe guardare a Hong Kong – ha dichiarato qualche tempo fa – solo sugli smartphone ci giocano 1,3 milioni di persone al giorno: è il 20 per cento della popolazione locale”. Secondo i nuovi numeri diffusi da AppData sono quindi 132,4 i milioni di utenti che si divertono almeno una volta al mese al ghiotto e irresistibile food puzzle. Non 40, come affermato nei giorni scorsi: “E’ nella stratosfera” ha emblematicamente commentato Scott Bialous, general manager della società californiana.