Scoperto il vulcano più grande della Terra. Ha le dimensioni dell’Italia

1577

61448La classifica dei vulcani più grandi del mondo è stata appena riscritta. In prima posizione non c’è più il Mauna Loa delle Hawaii, con i suoi 5.180 chilometri quadrati di superfice, ma un gigante eruttivo molto più vasto, scoperto nei fondali marini dell’oceano Pacifico, a circa 1.600 chilometri a est dal Giappone nel rilievo Shatsky. Il colosso in questione si chiama massiccio Tamu, occupa uno spazio di 310 mila chilometri quadrati (poco più grande della superficie dell’intera Italia) e si è formato 145 milioni di anni fa. La notizia online in anteprima – sarà infatti pubblicata l’8 settembre su Nature Geoscience – è stata verificata con diversi metodi di analisi tra cui carotaggi e dati raccolti a bordo di una nave di ricerca.

A trarre in inganno chi finora ha pensato al massiccio del Tamu come a un agglomerato di punti eruttivi è la forma anomala della struttura: bassa e larga. La sagoma è molto diversa da quella del classico cono alto e stretto, in grado di svettare, che normalmente siamo abituati a riconoscere. «Il Tamu ha una forma diversa da qualsiasi altro vulcano sottomarino ed è probabile che possa darci qualche indizio su come si sono formati i grandi vulcani sotto il mare». Insomma, è così vasto che, nonostante si elevi dalla base per oltre 4 mila metri, ricorda una collina più alta dello standard, con la cima che si trova a poco meno di 2 mila metri sotto il mare. «Se stai in piedi accanto al vulcano, fai fatica a capire qual è la discesa», commenta il ricercatore.