Scontro tra motoscafi all’idroscalo: morto il campione italiano Zantelli. Il video dell’incidente – GUARDA

1620

20130915_incidente-idroscalo5-zantelli

È morto oggi a Milano il pilota campione italiano di Formula 2 di motonautica Paolo Zantelli, 48 anni, vittima di un incidente di gara all’Idroscalo di Segrate. L’incidente è avvenuto subito dopo la partenza del Gran Premio «Città di Milano» valido per il campionato europeo di categoria. Il motoscafo di Zantelli ha toccato un’altra imbarcazione e si è impennato in aria, non completando quello che viene definito un ‘looping’, ovvero un giro a 360 gradi, ma ribaltandosi. L’imbarcazione è quindi atterrata sull’acqua capovolgendosi e il pilota è rimasto sott’acqua, privo di sensi.

La sfortuna ha voluto che dall’imbarcazione si staccasse il cupolino che protegge i piloti. Una volta persi i sensi, probabilmente Zantelli ha anche bevuto acqua. I soccorsi sono stati immediati, con i sub presenti sul campo di gara che hanno subito estratto il corpo del campione italiano da sotto lo scafo. Le sue condizioni, però, sono apparse subito drammatiche. I soccorritori del 118 hanno constatato che l’uomo era in arresto cardiaco e aveva subito lo schiacciamento del torace. Dal Niguarda si è alzato in volo un elicottero dell’elisoccorso che ha prelevato il pilota e lo ha trasportato all’ospedale San Raffaele, dove il pilota è morto in serata. Zantelli era di Colorno, paese della provincia di Parma. Lascia la moglie Milena Clerici (anche lei pilota di motonautica fino a pochi anni fa) e un figlio maschio.