Scontrino salato per un turista in sardegna: 120 euro per 4 succhi di frutta

1989

20130901_52837_scontrino

Un succo di frutta a 20 euro. Quattro bibite ordinate in tutto e una brutta sorpresa al momento di pagare il conto. Un turista, in vacanza a Baja Sardinia e ignaro del prezzo della bibita, ha dovuto sborsare la bellezza di 120 euro.

Di succhi al gusto ace e all’ananas ne aveva ordinato addirittura quattro. E per di più, inconsapevole della sorpresa che stava per riservargli il cameriere, ha chiesto anche due bicchieri di vino (altri 20 euro ciascuno) e si è trovato sul tavolo uno scontrino da 120 euro. Ha tirato fuori i soldi e non ha fatto polemiche mentre il dj cominciava a scaldare tutti gli altri clienti che come ogni giorno affollavano uno dei locali più famosi della Costa Smeralda. Per far scoppiare il caso ha usato Twitter.