Pierangelo, 110 e lode in chimica: “in Canada mi finanziano con 100 mila euro”

933

20130929_54418_20130929_1729Gli studi e la ricerca scientifica che sta affrontando nel dottorato in Canada, sono stati riconosciuti di elevato interesse da quel Governo e finanziati con 150 mila dollari canadesi, equivalenti a poco più di 100 mila euro.

Un sostegno non indifferente destinato ai ricercatori canadesi e stranieri: in tutta la nazione 165 quelli scelti. Tra loro c’è il cittadellese Pierangelo Gobbo. Diploma di liceo classico, laurea in chimica all’università di Padova con il massimo dei voti e la lode, questo è il terzo anno di dottorato nella Western University a London vicino a Toronto, in Ontario. La durata è variabile in base al lavoro e alle pubblicazioni.

«Alla Western avevo studiato quattro mesi per preparare la tesi con il professor Flavio Maran, che crede nelle esperienze internazionali – spiega Pierangelo Gobbo – Ho deciso di ritornare per fare ricerca considerato l’ottimo ambiente, dai docenti alle aziende presenti ed alla possibilità di collaborazione tra i vari gruppi di ricerca. Il mio è guidato dal professor Mark Workentin».

Il dipartimento di Chimica ha scelto due studenti presentati poi alla commissione dell’università che ha trasmesso i nominativi alla commissione governativa. Per la Western otto i premiati. «Una soddisfazione personale, ma anche per la mia università – continua Gobbo – Un finanziamento utile per la ricerca sui nanomateriali importanti poichè grazie alle loro proprietà chimico-fisiche si prestano all’utilizzo in molti settori: dalla medicina ai fotovoltaico, alle batterie, ai sensori, un potenziale altissimo». Tornerà in Italia? «Si fa ricerca anche da noi, ma non so se rientrerò»