Papa Francesco: “Chi corre dietro al nulla diventa lui stesso nullità”

867

papa-nullità-300x225Bisogna guardarsi dalla ricerca perenne della mondanità, della ricchezza e del benessere perché “chi corre dietro al nulla diventa lui stesso nullità “, è il monito lanciato oggi da Papa Francesco nell’omelia della messa celebrata a piazza San Pietro per la Giornata dei catechisti. “Se le cose, il denaro, la mondanità diventano centro della vita ci afferrano e ci possiedono, noi perdiamo la nostra stessa identità di uomini” ha spiegato infatti il Pontefice ai catechisti mettendoli in guardia dal “rischio di adagiarsi, dalla comodità, dalla mondanità nella vita e nel cuore, di avere come centro il nostro benessere”.

“Noi siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio, non delle cose, non degli idoli” ha proseguito Bergoglio, ribadendo ancora una volta “Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si considerano sicuri, distesi su letti d’avorio, mangiano, bevono, cantano, si divertono e non si curano dei problemi degli altri”.