Napoli, rapisce la ‘rivale’ in amore e la tortura insieme alla madre: arrestate

1272

images Con l’aiuto della madre aveva sequestrato e ferito a Scampia una 19 enne rivale in amore per «punirla», ma è stata arrestata dalla polizia. N.C. , 45 anni, residente nel quartiere di San Pietro a Patierno, e R.G. , 23, che abita nella zona del Mercato, sono state arrestate dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, avvertiti dal padre della ragazza.

La 19enne è stata intercettata dalle due donne stamattina poco dopo le 8.30 in via del Plebiscito, alla periferia Nord della città, mentre si recava al lavoro. La prima donna l’avrebbe costretta a forza a salire su un’auto guidata dalla figlia, che cinque anni fa aveva scoperto che un ragazzo al quale era sentimentalmente legata aveva anche una relazione con la 19 enne. Quest’ultima, dopo aver appreso del comportamento del ragazzo, aveva troncato la relazione, ma per madre e figlia non era bastato.

Stamattina, dopo essersi impadronite del cellulare e delle chiavi dell’auto della 19 enne, hanno cominciato a minacciarla ed a picchiarla, dirigendosi con l’ auto a Scampia. Giunte in viale Maddalena, l’hanno colpita con una mazza da baseball ed un paio di forbici. Intanto il padre della giovane, che aveva saputo dell’assenza dal lavoro della figlia, faceva squillare ininterrottamente il suo cellulare.

Quando inavvertitamente una delle sequestratrici ha premuto il tasto di risposta, l’uomo ha ascoltato le grida della grida della figlia. Subito dopo ha incrociato in via Labriola i poliziotti del Reparto Prevenzione Criminale ai quali ha dato l’ allarme.