Il camionista eroe incontra la bambina e scoppia in lacrime vedendola in coma

2116

20130904_52980_ionppnSi sono finalmente incontrati e abbracciati, nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove la piccola Jihan è ancora ricoverata in gravi condizioni, Abdelhamid Haddach, il papà della bimba, e il camionista-eroe Ion Purice, accompagnato dal datore di lavoro Robertino Bonato. Lo scrive oggi L’Eco di Bergamo. «Io e Ion abbiamo deciso di andare a trovare Jihan e la sua famiglia e siamo partiti da Rovigo senza dire niente a nessuno, volevamo che fosse una sorpresa – ha spiegato Bonato, titolare della Bierreti trasporti di Porto Viro -. È stato bello incontrare il papà e stringergli la mano, dopo tutto il clamore che c’è stato su questa vicenda. Vedere la bambina in quel lettino è stato doloroso e speriamo con tutto il cuore che si svegli». Ci sono stati attimi di commozione in ospedale a Bergamo: «Piangeva anche Ion, ci siamo abbracciati – racconta Abdelhamid Haddach – ed è stato emozionante. Mi hanno portato un regalo per Jihan e gliel’ho messo accanto al letto. Quando si sveglierà lo aprirà da sola». Ion al suo arrivo era stato accolto da eroe con il sindaco di Taglio di Po che lo aspettava.