Esce dal coma e non ricorda nulla, tranne le canzoni dei Coldplay

1023

article-2427937-182584E500000578-144_634x686

La storia di Ed Buckley ha qualcosa di incredibile. E’ sempre stato un ragazzo come tanti, diviso tra università (quella di Leeds, dove vive da sempre con i suoi genitori) e qualche lavoretto, stava per laurearsi quando un taxi che correva oltre i limiti di velocità lo ha investito, provocandogli un coma durato sei mesi. Al suo risveglio non ricordava nulla, non riusciva a parlare, a dire il suo nome, non riconosceva gli amici e i parenti. Aveva dimenticato tutto, ma quando si sedette al pianoforte, riuscì ad intonare senza problemi una canzone dei Coldplay.

“I Coldplay mi hanno aiutato”. E’ stata proprio la passione per la musica della band capitanata da Chris Martin che lo ha aiutato a combattere i disturbi post-traumatici legati al coma. Così, accordo dopo accordo, canzone dopo canzone, Ed ha cominciato a ricordare. Ovviamente il caso ha avuto un eco mediatico enorme in Inghilterra, al punto che lo stesso Chris Martin ha voluto incontrare Ed e congratularsi, ascoltando la sua incredibile favola.