Alessandro Alfano, fratello di Angelino, nominato tra i dirigenti alla Postecom

1852

20130913_alfano-fratelli

Infiamma la politica per l’assunzione di Alessandro Alfano tra i dirigenti della Postecom, lla società che gestisce i servizi internet di Poste Italiane. In molti hanno visto ‘qualcosa di strano’ nell’improvvisa assunzione di Alessandro, fratello del più noto Angelino Alfano, vicepremier e ministro degli Interni del governo Letta.

Nulla da ridire, per carità. Formalmente un dirigente può essere «nominato» senza alcun concorso, senza selezione: in un giorno si può anche accedere all’incarico di direttore commerciale di una controllata del Tesoro, dove lo stipendio medio per una figura apicale può arrivare a 200mila euro annui.

Succede, ma certamente non è proprio il massimo dell’eleganza. Tanto più se si tratta di un gruppo in cui il vertice è in scadenza – è il caso di Massimo Sarmi – dopo un decennio di riconferme durante l’era targata Letta-Tremonti-Grilli.